• Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile
  • Impresa e cultura: un amore possibile

Per la cultura serve un patto pubblico privato

10 Novembre 2017 - Milano

"Il rapporto tra imprese e cultura deve essere un rapporto forte e proficuo”, ha affermato Ilaria Borletti Buitoni, sottosegretario del ministero dei Beni Culturali e del Turismo, “le barriere ideologiche non hanno senso. Il patrimonio culturale italiano è immenso e non può certo essere sostenuto solo dalle istituzioni pubbliche". Visto con diffidenza negli scorsi anni, il mecenatismo è ora in Italia al centro del dibattito. “A chi fa polemiche io rispondo con forza che vanno fatti ponti d’oro ai privati, accogliendoli e dando loro la possibilità di collaborare insieme al pubblico” ha affermato Giulia Maria Crespi, Fondatrice del Fondo Ambiente Italiano – FAI.

Del il mecenatismo come risorsa essenziale per la salvaguardia della ricchezza artistica nazionale si è parlato al convegno di Fondazione Bracco 'Impresa e cultura: un amore possibile' che ha aperto a Milano la XVI Settimana della Cultura d'Impresa di Confindustria e che è stata anche l’occasione per presentare il volume Bracco is Culture edito in occasione del novantesimo anniversario del Gruppo.
Al confronto hanno preso parte oltre al sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni e a Giulia Maria Crespi, Filippo Del Corno Assessore alla Cultura Comune di Milano, Diana Bracco, il sovrintendente alla Scala Alexander Pereira, il filosofo Massimo Cacciari, Rossella Vodret già Soprintendente Speciale per il Polo Museale Romano, David Brown della National Gallery of Art di Washington, Annalisa Zanni Direttrice Museo Poldi Pezzoli, Marco Balich e Alberto Meomartini Presidente Musei d’Impresa.

Il nostro patrimonio non è qualcosa da contemplare”, ha sottolineato Massimo Cacciari, “ma qualcosa che deve essere vissuto, e mantenuto vivo: per fare questo, abbiamo bisogno dei privati. Non ci si deve chiedere se chi gestisce un bene culturale sia un soggetto pubblico o un soggetto privato, ma se chi lo gestisce fa l’interesse comune o no”.
E’ necessario però che le Istituzioni sappiano dialogare con i privati” ha aggiunto Diana Bracco, “andando oltre il mero rapporto di sponsorizzazione: alle imprese devono essere offerte certezze sui tempi di realizzazione dei progetti e garanzie sui benefici e sull’impatto reale”.
Nel suo intervento Marco Balich ha invece ricordato che “Il rapporto tra il suo team creativo e il Gruppo Bracco ha dato vita a maggio scorso, alla Triennale di Milano, a una mostra eccezionale, The Beauty of Imaging, che usando il linguaggio dell’arte ha spiegato l’importanza della diagnostica per immagini. Un evento che non solo ha avuto un grande successo di pubblico, ma ci ha fatto anche vincere il premio per il Miglior Evento Culturale 2017 alla 14° edizione del BEA - Best Event Award”.

Guarda i video
Inaugurazione della XVI Settimana della Cultura d'Impresa  
Bracco is culture

Leggi la Rassegna Stampa
Avvenire - 11 Novembre 2017
Il Gruppo Bracco compie 90 anni e apre la 16esima Settimana della cultura d'Impresa

Il Giorno - 11 Novembre 2017
Grandi aziende, ecco i mecemati dell'Art bonus: Bracco fra i primi

Il Sole 24 Ore - 11 Novembre 2017
Fondazione Bracco - Cultura, patto pubblico-privato

Copyright © 2017 Bracco - P.IVA 00825120157 - Privacy Policy
www.bracco.com